Eugenia L. Bassani
BIOFISICA E PULSOLOGIA

carattere piccolocarattere normale carattere grande carattere molto grande
Home     Note biografiche sull’autrice     Indice     Prefazione     Ordine e Caos     Dedica     Premessa

 
Prefazione

Con gran piacere ho accettato di presentare il libro della Dott.ssa Basssani per me più semplicemente Zia Eugenia intitolato: “Biofisica e pulsologia” perché è anche grazie alla mia insistenza che è venuto alla luce.

Già in passato in tanti attendemmo un libro di mio padre Bruno affichè la sua enciclopedica cultura abbinata alla sua grande esperienza clinica messi nero su bianco divenissero guida d’arte e di vita per chi fosse venuto dopo, ivi compreso chi scrive: purtroppo non è accaduto.

Ed è quindi con gioia mista ad una certa emozione che finalmente vedo nascere un’ opera di un altro Bassani, che ha finalmente messo a disposizione di molti addetti ai lavori la sua grande esperienza umana e scientifica.

Prima come immunologa, poi come agopuntrice poi come bioterapeuta, la zia Eugenia ha collezionato giorno dopo giorno i pezzi del mosaico della sua vita rappresentati dalla chimica, dalla fisica, dall’agopuntura, dall’omeopatia, dall’astrologia, dalla psicologia e finlmente ecco delinersi una sintesi.

Certo un libro non basta a delineare un personaggio di questa grandezza né a insegnare ai giovani terapeuti cosa fare e perché farlo ma può aiutare ad essere di stimolo per chi ricerca non delle verità assolute o delle ricette ma l’approccio globale all’uomo con le sue leggi e specialmente le sue variabili.

Straordinario è come in questo libro compaiano dei concetti di PNEI, di medicina olistica, di frattali, di psicodinamica etc di cui la Dott.ssa Bassani parla da anni con naturalezza e semplicità quando fino a pochi anni fa nessuno sapeva neppure il loro significato e oggi molti ne fanno le basi della propria scienza.

Credo che da questo libro che non è un manuale di ricette nè tantomeno una sequenza di concetti già detti e ridetti,seppure con diversa forma da altre persone, possa delineare un modo di essere e di porsi nei confronti del malato e ritengo possa dimostrare, se ce ne fosse bisogno, che la medicina resta ancora un arte del pensare e del cercare quelle risposte scritte sul malato: impariamo a leggerle.

Luciano Bassani

 
Indice
inizio pagina
Ordine e Caos